Video mostra un carro armato robotico ucraino attaccare posizioni russe

Video mostra un carro armato robotico ucraino attaccare posizioni russe
Video mostra un carro armato robotico ucraino attaccare posizioni russe. Foto: Divulgação

In una rivelazione sorprendente, le forze armate ucraine hanno pubblicato rare immagini di un attacco condotto da un Veicolo Terrestre Non Pilotato (UGV) contro posizioni russe. Il video, che cattura il momento dell’attacco, suggerisce il coinvolgimento di un drone controllato a distanza in scontri diretti con le forze militari russe.

+ Clicca qui per guardare il video

+ Ecco le 10 moto trail più vendute in Brasile nel 2023.
Le immagini mostrano il drone che attacca uno dei bastioni russi situati vicino a una strada. Anche se l’esito specifico di questo attacco e i dettagli aggiuntivi sul drone utilizzato nell’operazione non sono ancora stati ufficialmente confermati, le implicazioni sono significative.

Si ritiene che il drone coinvolto nell’attacco sia l'”Ironclad“, un UGV innovativo sviluppato dagli esperti ucraini di Roboneers. Questo drone rappresenta una rivoluzionaria svolta nella conduzione della guerra, con un forte focus sulla salvaguardia delle vite militari.

L’Ironclad si distingue per la sua capacità tecnica, raggiungendo una velocità massima di 20 chilometri all’ora. È dotato di una telecamera ad immagine termica e della torretta da combattimento Shablya M2. Inoltre, offre una efficace protezione blindata contro i colpi di armi di piccolo calibro.

Un aspetto cruciale dell’Ironclad è la sua capacità di essere operato a distanza da posizioni sicure, fornendo un’alternativa più sicura alle tradizionali operazioni militari sul campo. Questa tecnologia riflette l’avanzamento continuo nella guerra moderna, dove i droni e i veicoli senza pilota stanno diventando sempre più centrali nelle strategie militari.

L’uso dell’Ironclad da parte delle forze armate ucraine segna un momento significativo nel conflitto, dimostrando l’impatto potenziale delle innovazioni tecnologiche nella guerra contemporanea.

Foto e video: Reprodução Twitter @clashreport

  • arrow